Vai al contenuto
Home » Virtual assistant blog » L’assistente virtuale, chi è?

L’assistente virtuale, chi è?

Chi è l'assistente virtuale, cosa fa?

Sapete chi è l’assistente virtuale? Sapete cosa fa? Di cosa si occupa? Come può aiutarvi a liberare il vostro tempo?

No!?!

Allora lasciate che ve lo spieghi!

L’assistente virtuale è più di una segretaria. È più di un’impiegata. È più di un consulente. Un’assistente virtuale è una collaboratrice che, a distanza, vi aiuterà e vi supporterà nel lavoro e perché no anche nel tempo libero.

Chi è l’assistente Virtuale?

Scopriamolo insieme!

L’assistente virtuale (abbreviata in AV o VAvirtual assistant) è una professionista indipendente. Un’assistente virtuale, lavorando da remoto, fornisce vari servizi.

Esempi? L’assistente virtuale può fornire servizi amministrativi, di segreteria generale, di internet marketing o di social media marketing.

Chi può beneficiare dell’aiuto di una AV?
Tutti! Professionisti, imprenditori, aziende di piccole dimensioni, associazioni, o privati cittadini.

Come può una VA aiutarvi nel vostro lavoro?

Un’assistente virtuale vi aiuterà a ripensare il vostro modo di lavorare.

Vediamo adesso chi è l’assistente virtuale e come questa nuova figura professionale si è fatta strada nel mondo del lavoro.

Storia dell’assistenza virtuale

L’assistenza virtuale è nata a metà degli anni novanta negli Stati Uniti, dall’intuizione di una donna: Anastacia Brice dall’intuizione di una donna. Per lei nel ’96 è stato coniato, per la prima volta il termine Virtual Assistant.

Nel ’97, la rivista “The Secretary” ha pubblicato un articolo in cui la Brice raccontava come da lavoratrice tradizionale avesse deciso di cambiare la sua vita per avviare un’attività di assistenza esecutiva e amministrativa, on line, dando così vita a questo nuovo mestiere.

Sono le invenzioni, le intuizioni, quelle che segnano la nostra società, il nostro tempo, il nostro mondo e modo di essere, di vivere.

Se dall’intuizione della Brice è nata la nuova professione, le radici dell’assistenza virtuale vanno però ricercate nelle invenzioni del passato e nell’evoluzione dei servizi di segreteria. che ci hanno portato all’attuale ruolo della donna nella società odierna e nel mondo del lavoro.

Storia del lavoro d’ufficio

Andiamo per ordine e facciamo un po’ di chiarezza:

  • nella seconda metà del ‘800 la Remington No. 1 è stata la prima macchina per scrivere di successo commerciale:
  • negli anni quaranta l’invenzione del metodo della stenografia, ha fatto sì che un numero sempre crescente di donne ha iniziato a svolgere mansioni impiegatizie.
  • durante gli anni Settanta, i primi sistemi di elaborazione testi hanno reso il lavoro più snello e le segretarie hanno potuto svolgere più compiti e ampliare i propri orizzonti.
  • negli anni ’80 il fax ha iniziato ad accorciare le distanze, quasi azzerate, negli anni ’90, dall’avvento del telefono mobile .
  • la rivoluzione di Internet e delle nuove tecnologie digitali, nel nuovo millennio, hanno stravolto il modo di vivere, di concepire le distanze e di lavorare.
  • Nell’ultimo periodo infine, l’impatto della banda larga, di internet veloce, l’iperconnessione, stanno aprendo la strada all’outsourcing o esternalizzazione.

Oggi quindi, siamo pronti al lavoro a distanza, da remoto, i social e il web, sempre più pesantemente inseriti nel nostro tessuto sociale, ci hanno costretto a rivedere i nostri concetti di socialità, di lontano e vicino, mutando per sempre l’idea di vicinanza. I processi amministrativi possono essere esternalizzati a distanza e affidati ad un professionista che lavora dal suo PC, nella sua casa o nel suo ufficio, abbattendo costi e problematiche di spazio, tempo e distanza.

Assistente Virtuale o Virtual Office Manager

Le donne, oggi più di ieri, possono diventare veicolo di ulteriore cambiamento, dando vita ad una nuova rivoluzione sociale, che porta la figura dell’assistente, della collaboratrice, della semplice segretaria a diventare qualcosa di più, di diverso:

una professionista, padrona di se e della sua vita del proprio tempo.

Scelta quasi obbligata quindi diventa quella della dematerializzazione, della semplificazione, della collaborazione a distanza, del delegare.

La figura dell’Assistente virtuale o Virtual Office Manager, come ultimamente viene definita. con meno costi, minori obblighi diventa un’opportunità per aziende, professionisti, associazioni, start up, imprenditori e anche per privati cittadini, che vogliono sgravarsi di tutte quelle attività che, possono essere delegate e che spesso richiedono molto tempo e spesso anche una buona dose di arrabiature e nervosismo.

Chi è l'assistente virtuale? Cosa fa? Iniziamo a scoprirlo assieme e vediamo come può diventare un supporto concreto per la tua attività!

Affidatevi ad un assistente virtuale! Avrete più tempo per voi e per far crescere la vostra attività!